Quanto costa la vita a Berlino?

Posted on 16 July, 2018

In generale, la vita a Berlino è relativamente economica, a differenza di altre grandi città tedesche. Un confronto diretto delle città tedesche di Berlino, Monaco, Amburgo, Colonia e Francoforte sul Meno mostra che la vita a Berlino è la più economica e ad Amburgo più costosa:

  1. Berlino

  2. Francoforte sul Meno

  3. Colonia

  4. Monaco

  5. Amburgo

Bisogna sicuramente tener presente che questi sono solo dati approssimativi. Anche all’interno di una singola città ci sono grandi differenze sui costi di varie spese: nei quartieri rinomati di Berlino –come Mitte- il caffè in un bar hipster costa più di uno spuntino a Marzahn. Tuttavia si può dire che i prezzi della birra dopo l’orario di ufficio, dei pranzi al ristorante o delle piscine sono incredibilmente economici. Soprattutto per il cibo e le attività del tempo libero, o nelle istituzioni culturali, si paga molto meno a Berlino che in altre città tedesche. C´è da dire però che le tasse e l’assicurazione per l’auto sono relativamente costose a Berlino e gli unici a non soffrirne sono gli studenti, che possono usufruire di varie agevolazioni. Negli ultimi anni, infine, i prezzi del cibo (in particolare delle verdure) ma anche della benzina, mostrano un aumento dei prezzi non trascurabile.

La gentrificazione non si ferma a Berlino

Sfortunatamente si deve dire che le prospettive future per il costo della vita a Berlino non sono troppo favorevoli; anche qui molte cose stanno diventando più costose negli ultimi anni e la tendenza è in aumento. Soprattutto nel settore immobiliare, la gentrificazione rende i distretti popolari terreno fertile per costruire. È sempre più frequente che gli investitori finanziariamente forti acquistino vecchi edifici a basso costo e li rinnovino per poi far alzare vertiginosamente i costi degli affitti. Per ragioni politiche e sociali, una discussione feroce e controversa si è già accesa riguardo quest’argomento: può il settore immobiliare, che attualmente sta esplodendo, abbandonare inquilini di lunga data o artisti e studenti che dipendono da affitti bassi per lasciare posto ad affittuari di élite?