Che differenze ci sono tra il tedesco in Germania, in Austria e in Svizzera?

Posted on 16 July, 2018

La maggioranza delle persone di madrelingua tedesca vive in Germania (circa 80 milioni), in Austria (circa 8 milioni) e nella Svizzera tedescofona (circa 5,5 milioni); ma come si puó ben immaginare, la lingua tedesca non è completamente uguale ovunque. Nella maggior parte delle scuole del mondo viene insegnato e studiato il cosiddetto Hochdeutsch – “Alto tedesco”. Se hai imparato l´Hochdeutsch sei fondamentalmente ben preparato per l’intera area di lingua tedesca poiché viene considerata la forma di lingua tedesca per eccellenza; riunisce i dialetti regionali ed é padroneggiato abbastanza bene da tutti i madrelingua tedeschi. Tuttavia, in questi casi, spesso rimane una cadenza dialettale a cui é difficile abituarsi. Le difficoltá di comprensione si concentrano spesso sui diversi accenti, sulle intonazioni o semplicemente su una pronuncia differente.

Come parlano tedeschi, austriaci e svizzeri tedeschi?

Giá all’interno della Germania stessa le differenze sono grandi: i sassoni nativi parlano spesso in modo molto diverso dai bavaresi o dalla Germania settentrionale. In Baviera sei spesso accolto con “Servus”, che significa “ciao” o “come stai?” in tedesco. In Sassonia, i dittonghi (“au”, “ei”) sono spesso pronunciati come monottonghi: “Baum” (albero) diventa “Boom” e “Bein” (gamba) diventa “Been”. Inoltre, i Sassoni spesso indeboliscono le consonanti e pronunciano “Papa” come “Babba” o “Konto” come “Gondo”. Anche gli austriaci usano “Servus” come loro saluto usuale, mentre gli svizzeri-tedeschi dicono “Grüezi”. In Austria, un “Taxifahrer” (tassista) viene chiamato “Taxler”. Gli svizzeri di lingua tedesca chiamano il loro dialetto “Schwizerdütsch”. Non di rado si pronuncia una “k” come “kch” e anche la pronuncia del suono “ch” differisce molto dall’alto tedesco.